Prodotti sfusi: cosa sono e perché sono così in voga

Condividi il tuo amore

Prodotti sfusi: una filosofia che si sta espandendo in tutto il Pianeta

 

Parole chiave che vanno a braccetto

 

Zero waste, acquisti sfusi e consapevoli e riciclo sono termini che vanno d’accordo e che creano una vera e propria sinfonia e dimensione tra di loro.

Gli sfusi sono essenzialmente tutti quei prodotti che dicono un grande no agli imballaggi utilizzati da molti supermercati e al concetto dell’usa e getta. Il prodotto sfuso entra a far parte di un consumo sostenibile e si basa su un sistema d’acquisto che rispetta le risorse.

Un consumo etico del bene, che si utilizza fino al suo esaurimento naturale.

I prodotti sfusi azzerano gli sprechi economici, riducono i rifiuti così come il consumo delle risorse e inducono al risparmio (non a caso, il costo del prodotto confezionato è molto maggiore rispetto al complementare prodotto sfuso).

Essi vengono dunque acquistati a peso, non c’è una quantità obbligatoria predefinita.

Per legge, essendo che su questi prodotti non è possibile applicare un’etichetta poiché privi del loro confezionamento, vengono applicati sul loro contenitore dei cartelli appositi che forniscono determinate indicazioni. Tra esse: la denominazione di vendita, l’elenco degli ingredienti, le modalità di conservazione, la data di scadenza, il titolo alcolometrico e la percentuale di glassata per prodotti glassati congelati.

In generale quindi, comprando prodotti sfusi si risparmia, si accresce la qualità della vita e dell’ambiente circostante e si evitano sprechi. Inoltre, si migliora il contesto sociale di appartenenza e si riduce la quantità di rifiuti.

 

La connessione tra zero waste e prodotti sfusi

 

Il movimento zero waste va di pari passo con l’aumento dell’acquisto di prodotti sfusi: entrambi abbracciano la filosofia e la coscienza ecologica che punta alla riduzione dei rifiuti. 

Ma è davvero così facile condurre o raggiungere una vita a rifiuti zero? Assolutamente no, forse è impossibile, ma già il fatto di pensare e rivolgersi ad opzioni alternative e sostenibili significa fare grandi passi avanti. 

La cucina è uno degli ambiti generici da cui si generano sicuramente più rifiuti, per questo motivo iniziare a comprare pasta, cereali, carne, pesce, formaggi, salumi, frutta, verdura sfusi è buona pratica per preservare sé stessi e il mondo intero.

I generi alimentari sfusi più acquistati sembrano essere i legami, la frutta secca, il vino, il tè e le tisane. Spostandosi invece verso il non food in classifica i detersivi per bucato e igiene personale.

 

La Mission di Senza Fronzoli

L’obiettivo è di permettere agli individui di compiere scelte consapevoli che apportino benefici a sé stessi e al pianeta. Non a caso, viene proposta una scelta molto accurata e studiata di prodotti sostenibili, privi di plastiche e provenienti da fonti etiche.

L’impegno maggiore è verso la riduzione dei rifiuti, della plastica, per promuovere la crescita etica della società nonché al cambiamento e a sempre più scelte consapevoli da parte della clientela.

Le parole chiave sono: economico, ecologico e equo solidale: acquistare a peso l’essenziale senza packaging, desiderare il meglio per te presente e per la generazione futura, nonché per il pianeta e sostenere le piccole realtà artigiane. 

Le categorie di prodotti sfusi offerte sono molteplici, tra esse alimenti sfusi, casa no frills, detenzione e cura della persona, incensi e oggettistica, spezie, tè, oli essenziali e vegetali.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri chat
1
💬 Hai bisogno di aiuto?
Scan the code
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti?